Magazine

Per presentarvi Dunia Algeri citiamo la sua ultima frase di questa intervista: «penso che la gentilezza e la collaborazione debbano essere due pilastri fondamentali nella vita di chiunque».

Questo per dirvi subito che la founder di TABA – splendido e innovativo brand italiano che propone cosmetici a base di CBD, in vendita nel nostro shop – è davvero una persona speciale. La dolcezza, l’entusiasmo, la simpatia luminosa, l’intelligenza e la caparbietà di Dunia si svelano fin da subito attraverso le sue parole (e dal vivo!), con cui ci racconta come è riuscita a realizzare un sogno… Fra skincare, maternità, Wes Anderson, Lucio Dalla e le Spice Girls, la polenta della nonna e la sua bella Bergamo. Buona lettura!

Ciao Dunia, come ti descriveresti alle lettrici di MUSA? … Ci racconti chi è Dunia Algeri?
Sono Dunia Algeri, classe 1989, bergamasca d’origine e milanese d’adozione. Bilancia ascendenteSscorpione, sono cresciuta in un paese di 6000 anime e la timidezza – insieme alle lentiggini – erano il mio segno caratteristico (ho passato diversi compleanni sotto il tavolo, aspettando che la canzone «tanti auguri» finisse e che l’attenzione non fosse più su di me). Ho vissuto a Lugano, Londra e Parigi, sono una skincare junkie e amo i profumi che sanno di pulito. Non riesco a dormire truccata, devo sempre avere lo smalto ai piedi e il mio piatto preferito è la polenta che fa mia nonna. Ho un cane e una bimba, entrambi iperattivi. Odio le discoteche, amo le cene in famiglia e tra amici. Sono una fanatica delle tradizioni e delle biografie. Faccio sempre acquisti di dimensioni sbagliate online (dalla foto sembrava più grande) e soffro d’ansia quando sono in auto. Ciao a tutti!

Quando e perché hai deciso di dar vita a TABA, la tua linea di cosmetici a base di CBD?
TABA è nato nei miei sogni tanti anni fa, probabilmente da quando tenevo da parte le «paghette» per comprarmi il tonico alla rosa, le maschere monouso e la crema viso al supermercato. Sono sempre stata una grande fan della skincare – e non parlo solo della curiosità nel provare nuovi prodotti e della consapevolezza che la skincare sia il migliore fondotinta – mi riferisco proprio all’atto di self-care: quei 10-15 minuti quotidiani, tanto frivoli quanto profondi, che fanno un enorme differenza sul mio mood. Quando sono entrata in contatto con il CBD (ormai anni fa) e ne ho studiato i molteplici benefici ho subito capito di aver trovato un ingrediente tanto forte quanto innovativo (e sconosciuto) da poter trovare spazio in un mercato già pieno e saturo di validissimi prodotti. TABA è diventato così da sogno a realtà.

Quali sono i benefici dei cannabinoidi nel mondo della cosmesi?
Le proprietà principali del CBD sono quella anti-infiammatoria e quella antiossidante (più delle vitamine C ed E). Utilizzando dei cosmetici a base CBD si avranno grandi benefici sia su una pelle problematica e impura, sia sulla salute generale della pelle: combattendo infatti i radicali liberi si attenuano i segni del tempo, i danni del sole, la perdita di tono e di radiosità della pelle. Pochi sanno che il corpo umano, insieme alla canapa, produce (endo) cannabinoidi. Questo è il segreto dell’efficacia dei prodotti che contengono CBD!

Chi lavora dietro le quinte, insieme a te? Ci presenti la tua squadra?
Insieme a me, dietro le quinte, lavorano Giuseppe (direttore di comunicazione e social media manager), Andrea (gestore della logistica che mi supporta anche sul commerciale) e Jennifer, che supporta TABA sul campo (in laboratorio) per la ricerca e lo sviluppo dei prodotti. Ma a una buona squadra serve anche una tifoseria! La mia è composta in primis dai miei genitori (capi ultras da buoni bergamaschi) e da tutti i meravigliosi familiari e amici che mi circondano.

Qual è la tua skincare routine in questo momento?
Da settembre 2020, cioè da quando la formulazione dei prodotti è stata considerata definitiva, la mia skincare quotidiana è composta da prodotti TABA (con qualche bonus extra). La mia skincare TABA del mattino inizia con il detergente esfoliante, poi eye serum sul contorno occhi e sulle zone del viso dove noto i segni di espressione più marcati e crema viso (alla quale mixo 2/3 gocce di booster per un’azione anti ossidante). Concludo SEMPRE con l’SPF 50. La sera invece utilizzo un prodotto struccante (burro o olio) che rimuovo con un panno in micro-fibra, poi sempre eye serum e un’abbondante dose di detox facial oil, unito a un siero. Un paio di volte a settimana non manca mai la maschera viso, sia per coccolare la mia pelle che il mio spirito e concedermi 30 minuti di dolce far niente.

Qual è invece il prodotto di bellezza che consiglieresti alle nostre lettrici, per approcciarsi al tuo brand?
Se proprio devo sceglierne uno (devo proprio?) direi il BOOSTER CBD OIL perché è il prodotto che veramente fa toccare con mano (e con pelle) i benefici e le proprietà incredibili di questa molecola. Ha tantissimi usi diversi e si adatta alle esigenze di ognuno di noi: è incredibile, ma vero!

Noi ci siamo innamorate di TABA al primo sguardo, lo sai… Che cosa ti ha convinto a entrare nello shop di MUSA?
Diciamo che è stato un colpo di fulmine reciproco! Mi ero innamorata di MUSA tempo prima della nascita di TABA, perché è un progetto davvero molto figo (si può dire?) creato e gestito da persone speciali. Mi sono innamorata delle grafiche, che trovo meravigliose, e dei contenuti sempre stimolanti e interessanti. Ovviamente quando mi è stato proposto di far parte dello shop di MUSA non ci ho pensato due volte! Credo nel profondo che MUSA e TABA siano sulla stessa lunghezza d’onda e trovo che ci siano molti aspetti comuni nelle rispettive filosofie.

La tua colonna sonora di questa primavera un po’ pazza?
Ragazze… sono una Bilancia, queste domande sono impossibili per me! Spazio da Lucio Dalla alle Spice Girls.

Il tuo film preferito?
Sicuramente tra i preferiti ci sono i film di Wes Anderson (still Bilancia, comunque…).

Il libro che ha cambiato la tua vita?
Se penso a un libro che veramente mi ha cambiato la vita direi Delitto e Castigo di Dostoevskij. Long story short: la mia nonna paterna (che non ho mai conosciuto) leggendo questo libro si è innamorata del nome di un personaggio, Dunia. Sognava una figlia femmina per darle questo nome, ma ha avuto quattro maschi… Io sono stata la prima nipote nata.

L’avventura più meravigliosa che ti sia mai capitata?
Ho avuto la fortuna di vivere meravigliose avventure, ma sicuramente quella più meravigliosa è stata quella di diventare mamma. È u’ avventura 24/7 che ti mette alla prova continuamente, che fa uscire il meglio e il peggio di te, che ti insegna tanto, che ti fa vivere d’amore e caffè e ti fa lavorare ancor più duramente per regalare alla tua creatura avventure sempre più meravigliose insieme.

Visto che possiamo ricominciare a fare qualche gita… Ci consigli qualche posto da visitare nella tua città (ristoranti, negozi, luoghi d’arte)?
Vivo a Milano da quasi 10 anni, ma sono di Bergamo… quindi vi lascio qualche chicca della mia città natale. Vi consiglio una colazione da Balzer, in città bassa, davanti al Teatro Donizzetti, per poi fare tappa all’Accademia Carrara e ammirare i quadri di Tiziano e Donatello. Per pranzo andate in Città Alta, percorrendo a piedi le mura (circa 5 km di Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco) e godendovi una vista mozzafiato. Un pranzo alla Trattoria La Colombina per un piatto di casonsei, da smaltire passeggiando per i dintorni di Piazza Vecchia finendo alla pasticceria Marianna per un gelato.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Parlando di TABA il mio progetto è quella di farlo crescere passo dopo passo, senza fretta, ma con estrema costanza. Progetto tanti nuovi prodotti e qualche piccolo evento in collaborazione con piccole e giovani realtà come TABA. Voglio diffondere sempre più awareness riguardo al CBD e sogno che si crei una community attorno al brand che comunichi senza tabù. E tante altre cose…

Vuoi aggiungere qualcosa prima di salutarci?
Sono davvero tanto felice di far parte di MUSA shop con TABA, mi riempie d’orgoglio quando piccole realtà creative collaborano insieme per formare qualcosa di WOW. Una delle cose più importanti che mi ha lasciato questo ultimo anno e mezzo è l’estrema convinzione la gentilezza e la collaborazione debbano essere due pilastri fondamentali nella vita di chiunque.

You have successfully subscribed!

This email has been registered