Magazine

Dietro a un brand innovativo come Amaze, che abbiamo selezionato per lo shop di MUSA, ci sono tre donne davvero strepitose: Isabella – ingegnere civile con la passione per la cosmetica naturale, oggi product manager dell’azienda; Simona – laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e un’esperienza ventennale nella formulazione di cosmetici, ora a servizio del suo brand; e infine Valeria – creativa esperta di branding e marketing manager di Amaze.

Per conoscerle meglio non perdetevi questa bellissima intervista, ricca di aneddoti, beauty tip e consigli speciali (anche per gli amanti del bon vivre)… Buona lettura!

Buongiorno ragazze! Volete presentare alle nostre lettrici il team di Amaze? Chi sono le tre donne che lavorano dietro a questo progetto bellissimo?

• Isabella: Ci penso io a fare le presentazioni! Nel team di Amaze trovate Simona, formulatrice e direttore tecnico, Valeria, brand e marketing manager e Isabella, product manager.

Qual è il vostro background?
• Isabella: Sono ingegnere civile idraulico, con la passione per la medicina naturale (fitoterapia) e la cosmetica naturale, quella buona e fatta bene…
• Valeria: nasco come scenografa teatrale e televisiva, ma da oltre vent’anni mi occupo di creatività e strategie di marca. Dodici anni fa ho fondato un’agenzia di branding e comunicazione di cui sono General Manager e Direttore creativo, Cabiria BrandUniverse.
• Simona: Buongiorno, sono Simona! Ho una laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e un’esperienza ormai ventennale nella formulazione di cosmetici.

Tre aggettivi per descrivere (e raccontare) ognuna di voi?
• Isabella: Direi socievole, caparbia e istintiva.
• Valeria: Curiosa, creativa e determinata…
• Simona: Curiosa, testarda, amante della natura e… se posso aggiungere una cosa, grande amante della primavera e dell’estate!

Come, quando e perché avete deciso di dar vita al vostro brand di cosmesi?
• Isabella: siamo partite da un’esperienza passata, ma non conclusa, che doveva riprendere vita. Pensavamo che fosse il momento giusto per ricavarci il nostro piccolo spazio in un mercato ormai saturo, ma che apprezza le iniziative di qualità… La partecipazione di Valeria è stata fondamentale per il nuovo brand.
• Valeria: Grazie Isabella, personalmente sono sempre stata attratta dalla bellezza della natura in tutte le sue forme, dalla perfezione che sa creare, che influenza da sempre l’umanità. Il mondo della skincare è affascinante e quando ho incontrato Isabella c’erano già le basi e la conoscenza tecnica per poter dare vita a un brand naturale, con un bel purpose. Così siamo partite.

In che modo vi rispecchia e quali sono i principi che guidano la vostra azienda?
• Isabella: Amaze trae ispirazione dalla natura, la rispetta e la rispecchia in molti suoi aspetti – indipendente dal pensiero altrui, se non condiviso – ispirato da e per una scelta consapevole del prodotto e degli ingredienti. La gradevolezza e l’efficacia sono un binomio inscindibile.
• Valeria: Tutte e tre crediamo nella forza e nella potenza della natura, la amiamo e cerchiamo di rispettarla il più possibile, anche attraverso il nostro stile di vita. In Amaze questo si riflette su ogni decisione produttiva: dalla scelta delle materie prime, a quella dei fornitori – che rispondono a standard qualitativi di sostenibilità – al packaging, ridotto al necessario. Cerchiamo di limitare il più possibile l’impatto che il brand può avere sul pianeta. I nostri principi si fondano sul rispetto, la valorizzazione delle differenze, l’inclusione e naturalmente il diritto di ogni essere umano all’indipendenza.

Chi lavora con voi e quali sono le collaborazioni e i progetti a cui avete dato vita nel corso del tempo (penso anche ai consulenti, ai fornitori, all’università)?
• Isabella: i nostri preziosi fornitori di materie prime, che ci supportano da lungo tempo e ci propongono sempre le ultime novità, con il servizio di supporto tecnico se necessario. I nasi che ci hanno aiutate nella scelta delle fragranze; i laboratori universitari che fanno i test sui nostri prodotti; i progetti di private label che abbiamo avviato e poi concluso, ma che hanno aperto la via ad altri che stanno nascendo (con referenze ovviamente diverse, perché Amaze è unica!); l’università che ha formato alcune di noi in questo settore specifico o che ci ha dato la forma mentis per affrontarlo.
• Valeria: Aggiungerei anche le influencer del settore, che in contatto con Amaze diventano praticamente ambassador… perché il brand piace.

Qual è il prodotto di bellezza che consigliereste alle nostre lettrici, per approcciarsi ad Amaze?
• Isabella: Il fluido detergente e la lozione rigenerante – per pulire la pelle in profondità. Poi un siero a scelta e il contorno occhi, che non può mai mancare… insomma, tutti!
• Valeria: Amo la maschera, perché si avverte immediatamente l’effetto amazing, parola inglese che spiega molto bene il senso di stupore che suscita la natura (in questo caso contenuta nel prodotto, come ingrediente) e anche il risultato dopo l’applicazione, che è sorprendente!

Un beauty tip, un suggerimento, un segreto professionale che volete condividere con noi?
• Isabella: Suggerisco il layering dei vari prodotti (emulsione+siero, siero+maschera); la maschera usata come crema per un effetto super detox e levigante – efficace durante la notte; e infine per questa stagione consiglio di tenere la lozione rigenerante in frigorifero e di applicarla anche come impacco lenitivo e rinfrescante.

Qual è il vostro posto preferito nel mondo e quale il viaggio più bello?
• Isabella: Io dico San Francisco, Parigi e il Venezuela.
• Valeria: Il mare della Sardegna del sud, l’isola in particolare – ancora selvaggia e aspra in alcuni tratti – senza mezzi termini… ti stordisce di bellezza. Il viaggio più bello invece è quello che faccio nella vita, ogni giorno.

Un libro, un film e una canzone che vi rappresentano?
• Isabella: L’eleganza del riccio, Fiori d’acciaio, Miss Sarajevo.
• Valeria: L’uomo e i suoi simboli (Jung), I Ponti di Madison County, Figlia di… (L. Berté)
• Simona: La maga delle spezie, Chocolat, Futura.

Ci raccontate qualcosa della vostra città e ci consigliate qualche posto da visitare (ristoranti, negozi, luoghi d’arte)?
• Isabella: La mia città natale, Rimini, con tutto il suo centro storico, offre scorci e monumenti romani, medievali e rinascimentali davvero spettacolari. La storia di Francesca da Rimini è assolutamente da conoscere, e visitare i suoi luoghi è magico… Anche l’entroterra collinare, con tutta la Val Marecchia e la Val Conca, è meraviglioso. Vi segnalo i ristoranti Il pescato del Canevone, La locanda dell’Ambra, Lo Zio e La casina del Bosco.
• Valeria: sono milanese e della mia città adoro il fatto che ospiti i grandi eventi della moda e del design. Accoglie tutti, perché è così, a Milano ci devi passare e alla fine tutti l’apprezzano.
• Simona: Rimini non è solo la città delle discoteche e della vacanza alla portata di tutti… è anche la città della Sagra Malatestiana, di Francesca da Rimini (contrariamente a quanto si pensi, e a quanto pubblicizzato, Francesca non è di Gradara!) e del Festival del Mondo Antico… solo per citarne alcuni. Meritano una visita il centro città, la Piazza sull’acqua al Ponte di Tiberio, la Domus del Chirurgo, il Tempio Malatestiano, il Museo della Città. WILLIAM DYCE, FRANCESCA DA RIMINI (1837)

Quali sono i vostri progetti per il futuro?
• Isabella: Vorremmo raggiungere un pubblico sempre più vasto, che sia consapevole e apprezzi i nostri prodotti, mantenendo la qualità e lo standard di adesso.
• Valeria: poter contribuire all’indipendenza e alla bellezza di tutti i generi umani esistenti e quelli che nasceranno, chissà. Ci sono ancora molte persone che devono lottare per conquistare la propria indipendenza e libertà… cominciare dalla cura di sé è un primo passo di consapevolezza dell’importanza del proprio corpo. Ecco, mi piacerebbe contribuire ancora di più con Amaze.

Vorreste aggiungere qualcosa prima di salutarci?
• Isabella: Grazie per l’entusiasmo con cui condividete il nostro progetto, avanti tutta!!!
• Valeria: grazie ragazze, siete Amaze-ing!

You have successfully subscribed!

This email has been registered